fbpx

L’importanza dei dettagli nei prodotti Briki

Dettagli nei prodotti Briki di Meteca

Abbiamo spesso parlato di come Meteca abbia inserito nei prodotti della linea Briki® una tecnologia, non solo all’avanguardia, ma anche la più efficace per velocizzare i processi di prototipazione e realizzazione di un progetto di IoT. Ma quando parliamo di Briki MBC non parliamo solo di un modulo ben ingegnerizzato, ma anche di un design iconico che si riconosce anche nel suo tipico colore arancione.

Abbiamo chiesto al team Meteca quale sono state le necessità che hanno portato a realizzare in questo modo il loro prodotto di punta. “Agli inizi della produzione dei circuiti stampati, a causa della mancanza delle odierne tecniche automatiche, l’ispezione qualitativa del prodotto finito era affidata a degli operai che controllavano le schede una ad una ad occhio nudo. Controllare circuiti con svariate piste una vicina all’altra per tutto il giorno era un lavoro molto faticoso e non immune da errori, reso ancora più difficile dallo strato di vernice (il soldermask) che veniva depositata sul circuito per facilitare la saldatura dei componenti e per proteggerlo da corrosione e danneggiamenti. Per rendere l’operazione più sicura e meno difficoltosa per l’operatore, era necessario trovare un modo per migliorare il contrasto tra le zone di circuito ramate e quelle non, e tra il soldermask stesso e la serigrafia”, ci hanno raccontato gli ingegneri di Meteca. “Grazie al lavoro congiunto di neurologi e psicologi, si scoprì come il pigmento di colore verde venisse percepito in modo ottimale dall’operatore – l’occhio umano ha i propri recettori maggiormente sensibili alla luce nella banda del verde e di come questo avesse effetti rilassanti sul corpo riducendo lo sforzo prolungato.

Al giorno d’oggi i produttori di PCB, data l’estrema miniaturizzazione dei circuiti, delle piste e delle clearances, non si affidano più al controllo “manuale”, bensì utilizzano tecniche di ispezione ottica automatica (AOI), che sono molto veloci ed efficaci nell’individuare gli errori. Dall’avvento di questa nuova tecnologia, la produzione di circuiti stampati si è potuta liberare dalle costrizioni del passato, adattandosi alle crescenti e variegate esigenze di mercato: sono state introdotte diverse tipologie di colorazione per i soldermask che vanno dal bianco, principalmente utilizzato per le sue proprietà riflettenti nel settore Automotive per la realizzazione dei fanali a LED il nero, usato maggiormente nei settori industriali per la sua capacità di assorbire le radiazioni luminose. A seguire sono stati sviluppati colori come il blu, il rosso ed il giallo, e altre variazioni di colori, nate puramente per gusto estetico”.

A queste esigenze tecniche ed estetiche, il team di Design di Meteca, composto da Alice Robbiani e Joelle Käser, già responsabili della comunicazione Arduino, ha applicato la sua esperienza nel campo dell’interaction e graphic design per sviluppare un’immagine aziendale unitaria e completa. Di norma i prodotti industriali non dedicano particolare attenzione all’aspetto estetico, cosa che invece caratterizza i prodotti Briki, che oltre a rispettare gli stringenti requisiti industriali, presentano un’estetica gradevole. La scelta del colore arancione per i moduli Briki e del grigio per le carrier boards, ha rappresentato una sfida tecnologica tutt’altro che banale, sia per il reperimento dei pigmenti adeguati, sia per la riproducibilità e la robustezza del risultato finale. Non è facile sviluppare nuovi colori che funzionino bene come isolante elettrico, che si applichino e aderiscano in modo uniforme, polimerizzino correttamente e abbiano allo stesso tempo un aspetto visivamente accattivante. Per Meteca è stata una sfida durata svariati mesi, caratterizzati da test e da un confronto continuo con diverse realtà produttive, per ottenere quel risultato accattivante che ne rappresenta al meglio la cura nei dettagli e un certo desiderio di distinguersi.

Raccontare i complessi processi che stanno alle spalle della produzione di un prodotto altamente evoluto come Briki®, è necessario per capire quanto un’azienda come Meteca investa in standard elevati di controllo e nei piccoli particolari tecnici e di user interface che rendono i propri prodotti la migliore soluzione nel campo dell’IoT.

Oltre alla colorazione particolare, infatti, i prodotti Briki mirano ad offrire il massimo comfort d’utilizzo da parte dei suoi utenti: ogni scheda di sviluppo è dotata di connettori serigrafati e personalizzati su entrambi i lati, caratteristica adottata da pochissime aziende, che permette una maggiore facilità di lettura. Per un ulteriore approfondimento sul mondo dell’IoT vi invitiamo a contattare qui Meteca.